I sotterranei del Palazzo della Ragione.

Palazzo Della Ragione a Padova

I sotterranei del Palazzo della Ragione: i luoghi più nascosti e misteriosi di Padova.

Se credete che il fascino della città di Padova si esaurisca nella sua conformazione superficiale, probabilmente non avete visitato il patrimonio racchiuso nei sotterranei del Palazzo della Ragione. Sì, perché proprio sotto l’antica sede dei tribunali cittadini è possibile ammirare resti di case torri, case-forti e altri edifici tipici risalenti alla Padova del 1200 che furono distrutti per la costruzione del palazzo e di cui si è riuscito a recuperare qualche parte. Affascinanti ricordi di epoche precedenti che vi proietteranno in quel tempo alla scoperta della culla della nostra civiltà.

Gli scavi effettuati durante i lavori di restauro negli anni Novanta del secolo scorso hanno portato alla luce una struttura I sotterranei del palazzo della ragione a Padovaorganizzata in due gallerie longitudinali larghe 5,50 metri ed una trasversale larga 3,50, che fanno emergere le varie sovrapposizioni architettoniche che si sono succedute nel tempo.

In particolare, nella galleria Sud troverete: uno spigolo di una casa-forte con un muro perimetrale lungo quasi nove metri, i resti di un pozzo e di un cantinone, probabilmente usato come cella delle Antiche Galere, gran parte di un pavimento a mosaico bianco e nero di una domus romana datata fra il I ed il II sec. d.C. conservatosi sotto il crollo della copertura in tegole e coppi.
Tale crollo è stato lasciato volutamente ben visibile al di sopra del pavimento musivo per rendere l’idea della distruzione dell’edificio, provocata da un incendio scoppiato successivamente all’abbandono, e dei livelli di interro dell’edificio romano su cui si impostò in seguito la città medievale.

Infine, i resti di un edificio a torre, caratterizzato dalla presenza di una cantina con la volta a botte; nella galleria Nord, invece, scoprirete altri resti di case-torri e, nella parte più a ovest, l’inizio di una strada senza manto di copertura che procedeva in direzione nord-sud.
In fondo alla galleria si trova la stratigrafia di un fossato, di cui parla Giovanni da Nono nelle sue cronache, secondo il quale il Palazzo della Ragione era stato costruito su di uno stagno paludoso sfruttato per la pesca; infine, nella galleria trasversale ammirerete i resti di una struttura con mura in laterizio e parti lignee.

In seguito ai lavori di valorizzazione e riqualificazione, i sotterranei di Palazzo della Ragione (dato l’incredibile afflusso di gente interessata a visitarli) sono entrati a far parte del sistema museale cittadino.
Nello specifico, gli interrati vengono gestiti dal Settore Musei e Biblioteche, in collaborazione con l’associazione “Arcadia”, che garantisce visite guidate tre giorni a settimana. Se siete fortunati, potreste capitare in una delle visite in cui la guida si avvale di attori e musicisti  che integrano la spiegazione didattica archeologica e storica, facendo rivivere in questo modo la cronaca trecentesca.

Un’esperienza coinvolgente senza precedenti!

Suggestivo anche il percorso che vi conduce in questo mondo affascinante e misterioso: una scalinata nascosta tra le rumorose e piazza della frutta a Padovacolorate bancarelle del mercato che si svolge ai piedi del Palazzo della Ragione, uno dei simboli della città.
Comincia qui infatti questa piccola avventura della durata di circa un’ora. Ricordiamo che la visita va prenotata perché riservata a un massimo di 15 persone a volta.
Che aspettate?

Lasciatevi coinvolgere da questa esperienza unica…una tappa obbligatoria non solo per i turisti, ma anche per i padovani stessi!

Le guide, preparate e professionali, vi attendono per aiutarvi a capire le origini e le vicissitudini di questa splendida città!

 

Credits immagini:
Palazzo della Ragione Padova via Lapatia
mercato Piazza della Frutta Padova via Patrick Denker

Share Button

Author Bio